Alla vigilia del World Food Day arriva sul mercato italiano uno strumento trasparente e gratuito pensato per rivoluzionare il mondo del food-tech semplificando la vita di tutte le persone che vogliono soddisfare le proprie preferenze (ad esempio sushi lovers o amanti della pasta alla carbonara) o rispettare le proprie esigenze alimentari (intolleranti, celiaci ma anche vegani e crudisti) anche quando mangiano fuori casa.

Si tratta di MyCIA, App tutta italiana scaricabile gratuitamente da mercoledì 16 ottobre, su AppleStore e GooglePlay, creata dall’imprenditore Pietro Ruffoni, CEO HealthyFood, che a fine giugno ha lanciato Carta d’Identità Alimentare (CIA), il primo documento digitale e gratuito che registra preferenze ed esigenze alimentari di chi lo compila.

COME FUNZIONA MyCIA

Con MyCIA si può ricercare il piatto che si desidera mangiare, per esempio una gustosa pasta alla carbonara tra le più amate dagli italiani e dai turisti del Belpaese, e trovare in un istante il ristorante più vicino pronto a servirci in tavola il nostro piatto preferito, con il plus della visualizzazione di tutti gli ingredienti all’insegna della massima trasparenza.

 

MyCIA permette inoltre di visualizzare i menù dei vari ristoranti filtrati secondo le proprie esigenze alimentari (si può indicare anche se si vuole mangiare con pochi grassi, pochi zuccheri o poco sale e individuare i piatti dei ristoranti che rispettino questa ricerca specifica) ma anche accedere a tante altre funzionalità pratiche come prenotare un tavolo.

MyCIA È UN FACILITATORE: CON TRE TAP HAI IL TUO PIATTO PREFERITO  

Sono sempre di più gli italiani che ogni giorno mangiano fuori casa con un occhio ben attento alla qualità dei cibi che consumano”, spiega Pietro Ruffoni che ha sviluppato l’App con il Team IT della sua azienda HealthyFood.

Siamo diventati giustamente più esigenti e non soltanto quando si tratta di specifiche esigenze alimentari imposte da necessità cogenti come l’intolleranza al glutine, ma anche quando siamo pazzi di un piatto e vogliamo mangiarlo perché magari a casa è troppo impegnativo da preparare o perchè lo vogliamo condividere con gli amici.

MyCIA è quindi prima di tutto uno strumento facilitatore che pensiamo possa far parte del nostro quotidiano come una tech concierge e oggi, se voglio mangiare a Venezia una specialità romana come la cacio e pepe, con MyCIA posso realizzare il mio desiderio con tre tap sul cellulare!”.

 

 

MyCIA, APP INTERATTIVA CHE TI MOSTRA SOLO LE VALUTAZIONI DEI TUOI “SIMILI”

Se non lo si è già fatto attraverso il sito omonimo, si può creare la propria Carta di Identità Alimentare loggandosi sull’App per la prima volta; una volta espresse le preferenze, MyCIA mostrerà solamente le valutazioni di altri utenti con preferenze alimentari simili alle nostre.

Spiega il CEO Pietro Ruffoni: “Grazie alle preferenze espresse in fase di registrazione, ogni volta che si effettua una ricerca tramite MyCIA un sofisticato algoritmo permette di trovare i piatti più adatti, filtrando le valutazioni in base ai gusti personali

Sull’App sono già presenti menù di centinaia di ristoranti di Top Destination come Milano, Venezia, Firenze, Roma, Napoli e Torino.

 

A proposito dell'autore

Fabio Montobbio

Genovese. Studi in architettura, trasformatisi ben presto in passione per il design, la grafica e la comunicazione. Attento a tutto cio' che è lifestyle, dalla moda alla tecnologia. Scrivere è un modo per allargare i miei orizzonti, per tenermi sempre aggiornato sulle innovazioni che offre il mercato.