Gli antifurti wireless sono sempre i migliori? Questa è una delle prime domande che ci si dovrebbe porre quando ci si accinge a comprare un allarme casa. Come noto, gli impianti wireless sono quelli che funzionano senza fili: le varie componenti sono collegate le une con le altre attraverso delle onde radio. Optando per una soluzione di questo genere, non si ha più a che fare con i cavi e, di conseguenza, non si è costretti a effettuare lavori di muratura. Ma i vantaggi non finiscono qui, poiché gli allarmi wireless permettono di dire addio alle canaline e ai fili, che di certo sono antiestetici. Un altro aspetto che è bene tenere in considerazione riguarda la semplicità di installazione: per gli antifurti non cablati non c’è bisogno di alcuna predisposizione. Tutto ciò senza che si debba rinunciare all’affidabilità, ovviamente.

Gli antifurti fai da te

In molti casi un antifurto wireless rende possibile il ricorso a una installazione fai da te. Molteplici sono i benefici che ne conseguono, sia in termini di praticità che dal punto di vista del risparmio. Chi esegue l’installazione del proprio impianto di allarme da solo ha la possibilità di conoscere da vicino tutte le funzioni del sistema e, di conseguenza, di apprendere ogni segreto del suo funzionamento.

Il risparmio e l’autonomia

Non essendoci bisogno di manodopera specializzata per provvedere all’installazione, non ci sono costi extra da sostenere per pagare tecnici o ditte del settore. Inoltre, l’autonomia fa sì che qualunque configurazione possa essere eseguita in tempi più rapidi; e lo stesso dicasi per tutti gli interventi di manutenzione.

L’allarme di Beta Elettronica

Volendo indicare un allarme di qualità e in grado di garantire gli standard di sicurezza più elevati non si può che fare riferimento a Beta Elettronica, l’antifurto per la casa made in Italy più venduto. Contraddistinto da un unico sensore capace di offrire una protezione totale, questo antifurto wireless si basa su una tecnologia che coniuga affidabilità e praticità. La copertura è valida fino a 500 metri quadri di superficie, anche per abitazioni che si sviluppano su più piani. Navigando sul sito di Beta Elettronica è possibile scoprire tutti i dettagli tecnici e, se lo si desidera, calcolare un preventivo online. Questo allarme funziona basandosi sulla rilevazione delle variazioni di pressione, dei movimenti e di tutte le altre eventuali anomalie che si possono verificare nell’area che si vuole proteggere. Qualunque tentativo di effrazione o di scasso viene segnalato in modo immediato.

Guida alla scelta dell’antifurto

Grazie alle novità più recenti nel campo della tecnologia antintrusione, i sistemi di antifurto casalinghi vengono integrati sempre più di frequente con le applicazioni da remoto, grazie a cui i sistemi di allarme possono essere gestiti direttamente da uno smartphone, a prescindere che si possieda un iPhone o un dispositivo con il sistema operativo Android. Le centraline dei nuovi antifurti possono essere combinate con le telecamere di videosorveglianza e si rivelano capaci di proteggere qualunque ambiente. Per capire qual è l’antifurto su cui conviene puntare, occorre valutare se ci sono degli spazi esterni che devono essere sorvegliati e, più in generale, quali sono i beni e gli spazi che devono essere protetti.

Le valutazioni indispensabili

In vista dell’acquisto di un impianto di allarme, poi, è bene tenere conto degli ambienti che sono già protetti con serramenti antifurto o comunque già blindati. Inoltre, bisogna verificare con la massima precisione quali sono le aperture e gli ingressi su cui si deve vigilare. La presenza di animali domestici, infine, è una ulteriore variabile che non può essere trascurata.

A proposito dell'autore

Avatar