Coin. Un termine che consociamo tutti, fin da quando andavamo nelle sale giochi e mettevamo la famosa monetizza da 500 lire, nella fessura del pulsante con sopra scritto INSERT COIN. Da quei tempi la moneta ha fatto cambiamenti incredibili, passando dalla Lira nazionale all’Euro degli stati del vecchio contenente. Anche il web ha il suo conio che per motivi diversi, si è trasformato a seconda delle declinazioni. I crediti sociali per esempio, i famosi Facebook Coins, che permettevano di acquistare servizi sul social network, non sono riusciti ad imporsi come Mark sperava. Sicuramente l’ascesa dei Bitcoin, ha determinato la nascita  della prima vera moneta virtuale che ha riscosso grande successo di  pubblico e di problemi. Solo qualche mese fa, si parlava della mega truffa da 350 milioni di dollari, creata ad hoc dal più grande trader mondiale di questa “strana moneta”. Tutto ciò deve essere stato di stimolo al neo Creative Director di PornHub, uno dei più grandi portali web a luci rosse. Il sito americano del sesso, aveva lasciato un marketing contest per cercare un nuovo manager da piazzare nel propria squadra.

titcoins

Tra le idee, è arrivata anche questa trovata geniale e assolutamente provocatoria, che di per sé, non ha dei veri e propri limiti tecnici, e potrebbe essere attuata sul serio. Si chiama TitCoins. La nuova moneta digitale. Ovviamente il gioco di parole che si lega alla più famosa Bitcoin, è stato voluto per fare rumore, ma il metodo con cui essa può essere generata, è molto semplice e pratica. E’ rivolta a tutte quelle donne che possiedono un bel seno e si sentono spregiudicate e audaci, e a cui piace mostrarsi. La campagna pubblicitaria (perché di questo si tratta allo stato attuale), prevede che in cambio di un credito spendibile realmente, le donne mostrino il loro seno. Niente di più semplice. Ovviamente la notizia sulla TitCoins, ha fatto il giro del mondo, scatenando non poche polemiche sul fatto delle disuguaglianze e dello sfruttamento del corpo e del sesso debole. Io farei una domanda a tutte le donne.. Chi di voi non mostrerebbe il proprio seno, per un po di quattrini??

A proposito dell'autore

Fabrizio Chiara
Contributor per l'Innovatore, Content editor di Blaggando
Google+

Scrivo di moda e tecnologia. Da un paio d'anni seguo il mondo delle startup e del fashion, perché gli italiani sono un popolo di creativi e pazzi inventori. Ideas, vision, copy. I think change the life with one dot.