Il compito più delicato di ogni impresa e del suo ufficio marketing è la realizzazione della campagna pubblicitaria. Prevedere un budget per questa forma di comunicazione è quasi diventato un obbligo per quelle aziende che cercano di crearsi un business ti un certo livello o che desiderano coinvolgere e raggiungere più clienti possibili. Questo legame campagna pubblicitaria – clienti rende questa pratica di marketing un’operazione molto delicata che deve essere inserita in un prestabilito piano marketing del quale cercherà di perseguire gli obiettivi. Prima ancora della campagna pubblicitaria, quindi, è importante pianificare il proprio piano marketing.

Le moderne tendenze di marketing digitale per il 2017 possono fornire degli spunti interessanti sul giusto modo di fare comunicazione, sugli strumenti che hanno ottenuto più successo e sulle strategie da sfruttare. Ad esempio, i social network devono avere un ruolo da protagonisti in ogni piano marketing: se lo scopo principale di ogni azienda è raggiungere il cliente non c’è strada migliore dei social, piazze virtuali di socializzazione visitate da milioni di utenti. Proprio i social network hanno offerto nuove possibilità comunicative difficilmente ignorabili d’ora in poi:

La diretta, insieme ai video, ha avuto un vero e proprio boom. I clienti cercano contenuti e i video live permette loro di ottenere questi contenuti sentiti come più reali e meno costruiti.

I social permettono una costumer care molto più efficace: i clienti/utenti possono relazionarsi con il brand direttamente dalla pagina facebook, aumenta l’interattività e i clienti sentono le aziende più vicine e non più come delle entità separate e lontane.

Altra tendenza del marketing digitale di questo nuovo anno è rappresentata dai contenuti a durata limitata: Snapchat è stato tra i primi sociale a offrire contenuti dalla durata limitata seguito da Instagram le cui Stories durano solo 24 ore.

Grafica professionale per campagna pubblicitaria

Scegliere la veste grafica giusta è fondamentale per una campagna pubblicitaria di successo. Il nome e il logo sono, ovviamente, due elementi irrinunciabili perché lo scopo principale di ogni azienda è la valorizzazione del marchio e creare una propria brand reputation. È importante fare un’analisi preliminare del prodotto o servizio che vogliamo pubblicizzare, avere chiare le qualità sulle quali far leva e i punti deboli, il target al quale rivolgerci e i canali più giusti. Le tendenze di marketing per il 2017 possono fornire degli importanti spunti oltre che la possibilità di tenervi sempre aggiornati.

Cosa voglio ottenere con la mia campagna pubblicitaria?

È importante stabilire lo scopo che vogliamo raggiungere con la nostra campagna pubblicitaria, il return of investiment che cerchiamo di ottenere. Gli obiettivi devono essere in linea con quelli stabiliti dal nostro piano marketing aziendale del quale la campagna sarà un’attuazione. Le finalità possono essere differenti: si può essere interessati all’acquisizione di nuovi clienti, si cerca di fidelizzare quelli che già hanno acquistato un nostro prodotto o servizio, si vuole far conoscere il brand o si vuole pubblicizzare un nuovo progetto. Un’azienda può anche desiderare di raggiungere tutti questi obiettivi e li prevede tutti all’interno del piano marketing ma se si vuole essere efficaci è importante che ogni campagna pubblicitaria ideata si focalizzi su uno solo di questi aspetti così da essere più incisivi e precisi.

A chi si rivolge la mia campagna pubblicitaria?

A obiettivo stabilito, il passo successivo è di identificare il target. Ogni marketer sa quanto è fondamentale questo passaggio perché è in base al cliente che si andrà a creare la comunicazione. Anche in questo caso è fondamentale la precisione: molte campagne pubblicitarie falliscono perché hanno l’ambizione di raggiungere la totalità del pubblico che però è composto da individui completamente diversi. È molto più sensato profilare il pubblico, targetizzarlo e per ogni categoria di pubblico individuata creare una comunicazione ad hoc. Le informazioni essenziali per questa operazione sono l’età del nostro pubblico, la residenza, le abitudini, i gusti, gli interessi, i bisogni e le necessità.

Cosa deve comunicare la mia campagna pubblicitaria?

Quale aspetto o caratteristica del prodotto, servizio o dell’azienda vogliamo trasmettere con la nostra campagna? Anche questo è un aspetto da tenere in considerazione per una comunicazione efficace. Dobbiamo conoscere il prodotto, le sue qualità, il suo utilizzo principale, quelli che potrebbero essere aspetti negativi, punti deboli. La campagna pubblicitaria dovrà mostrare al pubblico come quello che stiamo proponendo risolverà dei bisogni oggettivi o soddisferà i desideri del cliente. Catturate l’attenzione del target, mantenete il suo interesse mostrandogli i primi contenuti, fate crescere in lui il desiderio di avere il prodotto o il servizio e portatelo verso l’acquisto o verso l’azione che volete spingerlo a fare.

Quali canali utilizzare per veicolare il mio messaggio?

Il canale con il quale veicolare il messaggio andrà scelto in base al target e al messaggio stesso. Dovete prediligere il media che viene maggiormente utilizzato dalla fetta di pubblico che avete identificato. Non trascurate i social, anzi, rendeteli parte integrante della vostra comunicazione aziendale.

A proposito dell'autore