La vera innovazione dell’e-learning scolastico è la differenziazione.

Una strategia didattica definibile come “smart learning” specifica per classi di età da sempre cuore dell’approccio formativo della Andersen International School, nata nel 2001 dal sogno della milanese Bianca Parravicini, sua fondatrice.

Si tratta dell’unica scuola privata internazionale nel capoluogo lombardo ad avere Middle School e High Scool paritarie, ossia a fornire titoli conformi sia al programma scolastico nazionale inglese sia al sistema Nazionale Italiano (Miur). Gli studenti della Andersen, dai 14 mesi ai 19 anni, hanno tutti accesso a strumenti e-learning adeguati alle proprie necessità formative.

Un campus britannico in Italia all’insegna della digitalizzazione

La struttura è unica nel suo genere e dispone di enormi spazi interni adibiti a classi, laboratori, luoghi ricreativi, palestre, mense, auditorium e un teatro. A tutto questo si aggiungono oltre 15.000 mq di parco in cui si trovano campi da calcetto, pallavolo, basket e strutture per atletica, salto in lungo e corsa.

In questo periodo di quarantena non vi è stata estrema difficoltà da parte dell’istituto scolastico a gestire la formazione a distanza in quanto la digitalizzazione è da sempre parte integrante dell’approccio didattico.

A oggi tutta la scuola si avvale della suite di Google – Google for Education: uno strumento che ha permesso fin da subito uno scambio continuo tra docenti, studenti e genitori che collaborano in modo attivo, fornendo spunti di miglioramento e contribuendo a trasformare quella che è una situazione di difficoltà per il nostro Paese in un’opportunità di miglioramento e di implementazione delle già esistenti tecnologie di smart learning.

E-learning per i bambini fino ai 4 anni di età: Nursery e Pre Primary School

Anche i piccolissimi usufruiscono della formazione a distanza per agevolare quella tradizionale che viene gestita, in questo momento, dalle famiglie. Le maestre hanno così creato e inviato video, PowerPoint corredati di file audio, canzoni, lavoretti da fare a casa, letture di storie animate che possono essere utilizzate dai genitori quando preferiscono. Un modo per combinare strumenti online e didattica offline.

Quando i bambini sono così piccoli è difficile far rispettare loro una timetable prestabilita: le famiglie hanno bisogno di poter organizzare il lavoro con i figli in modo più autonomo e avendo tutti i materiali settimanalmente possono scegliere quale attività affrontare in ogni momento, a seconda delle proprie esigenze.” Spiega Ms Juliet Rawles, Principal della Andersen International School.

Scuola primaria: micro-sessioni formative di mezz’ora con Google Meet

Per mantenere viva l’attenzione degli scolari e non affaticarli troppe ore davanti al computer, la direzione scolastica ha definito lezioni quotidiane di mezz’ora per materia, svolte solo durante la mattinata. La scuola primaria sfrutta principalmente l’app di Google Meet che offre la possibilità di fare vere e proprie lezioni online con gli insegnanti, sia individuali sia di gruppo. Questa app è perfetta per la fascia di età che va dai cinque, sei anni agli undici.

Al pomeriggio i ragazzi ricevono compiti e attività creative in PowerPoint dedicate a materie artistiche che è possibile svolgere a schermo spento. Tutte le discipline sono integrate con materiale extra preparato a parte quotidianamente dagli insegnanti: PowerPoint, video tratti da YouTube oppure filmati delle proprie lezioni, immagini, articoli e spunti di riflessione.

Google Classroom per la didattica a distanza della scuola superiore e media

L’uso di Google Classroom è stato già ampiamente testato dalla Scuola Andersen negli anni passati, rilevando un importante apprezzamento da parte degli studenti.

Le lezioni si svolgono durante l’arco della mattinata e sono di una durata superiore rispetto a quelle della scuola elementare, in considerazione della maggior autonomia e capacità di mantenere l’attenzione da parte degli studenti più grandi. Il pomeriggio è invece dedicato agli approfondimenti delle materie specialistiche (arte, musica, drama, robotica, ginnastica), allo studio e ai compiti. La consegna dei lavori svolti a casa avviene sempre attraverso Google Drive.

“A partire dalla scuola primaria ogni alunno ha a disposizione il suo indirizzo gmail e grazie a questo ognuno ha accesso alle varie aree che la Suite Google mette a disposizione. La nostra scuola aveva già scelto e individuato Google come miglior tecnologia didattica per lo scambio di materiali, informazioni, video e molto altro; si è trattato solo di creare una routine quotidiana e una metodologia di insegnamento basata sulla piattaforma” spiega la Principal della Andersen International School.

Un’innovazione didattica funzionale ed efficace che potrà certamente continuare ad essere integrata anche a emergenza sanitaria rientrata.

A proposito dell'autore

L'Innovatore
Fondatore
Google+

L'Innovatore.it fornisce una raccolta di notizie assolutamente innovative. A partire dalle nuove tecnologie, per arrivare alle ultime Startup presentate dal mercato. Tutto correlato da approfondimenti sul business, marketing ed i mercati finanziari. L'Innovatore inoltre si dedica al miglioramento dello stile di vita dei suoi lettori fornendo chiavi importanti per il raggiungimento della felicita. Resta sincronizzato su l'Innovatore. Cresci e sviluppa la tua cultura 2.0. http://linnovatore.it/