I nostri hard disk, con l’avanzare della tecnologia, sono diventati sempre piú capienti, leggeri, veloci ed economici, ma hanno mantenuto nel tempo anche il loro aspetto di fragilità. Un hd può durare anche 20 o 30 anni, ma se guardiamo alla statistica circa il 5% di questi apparecchi si rompe il primo anno di vita. Urti, eccessivo calore, troppo uso, malfunzionamenti meccanici sono questi i responsabili dei guasti. Un bel problema se dovessimo perdere i nostri dati memorizzati su questo supporto magnetico. Ricordi di una vita come foto, video, ma anche preziosi documenti aziendali. Insomma la nostra importantissima memoria è affidata a qualcosa che probabilmente non durerà per sempre.

Qui di seguito vi offriamo una serie di consigli per prevenire al massimo un’eventuale perdita di dati. Se ciò fosse però già accaduto e avete intenzione di recuperare i vostri file, potete rivolgervi a Recoveryfile, un’azienda specializzata nel recupero dati da hard disk danneggiato, può estrarre dati e documenti anche da hd apparentemente inservibili, sia che si tratti di Pc che di sistemi Mac. Stesso discorso se è il vostro smartphone, chiavetta Usb o memoria Sd ad aver smesso di funzionare.

Abbiate cura del vostro supporto magnetico

se state utilizzando un portatile cercate sempre di non fargli prendere botte o scossoni. I viaggiatori incalliti, quelli che usano il trolley quasi tutti i giorni con il laptop all’ interno sono i piú a rischio. Le testine magnetiche a causa dei ripetuti sobbalzi possono disallinearsi e rendere inservibile l’hard disk.

Evitate troppo calore

se usate dei server cercate di mantenerli il piú a fresco possibile. Il calore è infatti nemico dell’ hd e dei componenti elettronici in generale. Le temperature che si sviluppano all’ interno di stanze dove sono posizionati NAS e server sono alte e la gestione diventa complicata, specialmente d’estate, se non si usano sistemi di raffreddamento e condizionamento.

In caso di rottura fermatevi

se udite dei strani rumori provenire dal vostro Hd quando accendete il computer spegnete tutto. Per rumori intendiamo ticchetti, fruscii ed altro di anomalo che non avete mai udito. Significa che l’hd si sta per rompere o si è già rotto. Riavviare nuovamente il computer non fa che complicare la situazione. Meglio spegnere e affidare l’hd ad un servizio di recovery in grado di salvare i dati.

Fate sempre un backup

prevenire è meglio che curare. Per cui fate spesso dei salvataggi dei vostri dati. Ci sono in commercio degli ottimi software che in maniera automatica effettuano dei backup parziali o totali del contenuto di un hd. Si possono usare servizi di cloud o trasferire i dati in altri supporti magnetici.

Acquistate nuovi hd

gli hard disk si usurano, per cui, se potete, acquistatene di nuovi in sostituzione dei vecchi. E’ vero che potrebbe anche rompersi la parte elettronica di uno nuovo modello, ma statisticamente parlando le possibilità di rottura sono molto inferiori.

Usate il Raid 1

avere un sistema ridondante che in qualsiasi momento offre una esatta copia fisica del vostro hd vi mette al riparo da perdite accidentali di dati.

Trovate altri consigli sul sito recoveryfile.it

A proposito dell'autore