Regali di Natale: 8 su 10 apprezzano il fai da te!

Secondo la ricerca condotta da Arexons, il DYI è considerato un’ottima alternativa al prodotto in vetrina, quando si tratta di fare un pensierino ad amici e parenti. E a sorpresa, la motivazione principale non è risparmiare denaro, ma dimostrare affetto alle persone più care, dedicando loro tempo di qualità.

Natale è alle porte e restano solo pochi giorni utili per l’acquisto dei tanto temuti regali.

I negozi luccicanti, l’atmosfera frizzante e l’abilità di scovare l’idea perfetta sono parte della magia delle feste, ma non sempre le compere natalizie si rivelano piacevoli e soddisfacenti. Talvolta si traducono, infatti, in parcheggi gremiti ai centri commerciali, infinite code alle casse, sempre gli stessi prodotti sugli scaffali, con poca o nulla personalità, e il portafoglio che si alleggerisce in poche ore.

Ma c’è un’alternativa a tutto questo e molti sembrano preferirla. Arexons, azienda italiana da quasi 100 anni leader nei prodotti per il fai da te, con il suo iconico brand Svitol, che dal 1938 raccoglie sotto di sé l’intera gamma di lubrificanti multifunzione, ha indagato le abitudini degli italiani in materia di regali “fai da te”, rivelando un crescente interesse verso questa soluzione differente.

Dalla ricerca emerge che 8 italiani su 10 (in misura diversa) li apprezzano: solo il 21% degli interpellati si dimostra infatti completamente restio all’idea, affermando di non aver mai optato per il fai da te e di non volerlo prendere in considerazione nemmeno per il futuro. Non solo, il 50% ha già regalato più volte un pensiero fatto a mano (contro il 72% che lo ha ricevuto).

E se gli scettici, identificati dal sondaggio di Arexons nel 14% dei contrari al fai da te, bollano la scelta solo come espediente per spendere meno soldi, dovrebbero cominciare a ricredersi. Il fattore economico, infatti, si rivela decisivo solo per il 7% dei votanti a favore. Le motivazioni che portano a privilegiare l’”home made” sono fondamentalmente 2: il tempo e l’unicità.

L’affetto dimostrato attraverso l’investimento del proprio tempo libero per la realizzazione di un regalo, che si rivela gran parte delle volte molto più consistente del semplice giro per negozi, è per il 70% degli italiani la ragione principale per abbracciare questa alternativa.

Il rimanente 23%, poi, afferma di apprezzare il regalo fai da te per via della sua singolarità, in quanto pezzo unico difficilmente replicabile da altri. D’altra parte, a giustificare la disapprovazione degli intervistati a sfavore, vi è fondamentalmente un fattore estetico: ben l’86% attesta di trovarli pacchiani, ridicoli o brutti, d’altronde l’arte del DIY non è sia alla portata di tutti.

A conferma, poi, della premura e dell’amore riposto nella creazione di pezzi singoli artigianali, sono i destinatari che si scoprono essere, per il 79%, le persone a noi più care. Solo il 6% dei creativi abbandona l’unicità, realizzando articoli uguali o molto simili tra loro, per regalarli in serie a conoscenti oppure colleghi. Il restante 15% ammette, invece, di non fare differenza: la passione è talmente tanta che decide di dedicarsi al fai da te indistintamente dalla quantità di affetto riposto nel destinatario.

Infine, l’ultimo elemento analizzato dalla ricerca di Arexons gravita intorno alla tipologia del dono.

Sul podio, a pari merito, ci sono gli addobbi natalizi e i dolcetti fatti in casa (su cui i biscotti hanno il primato indiscusso), con un 30% a testa.

Un’altra fetta consistente di italiani, identificata nel 26%, afferma, invece, di aver ricevuto, e donato, soprammobili ed oggetti per la casa. Mentre un più scarso 14% ha scelto o si è visto regalare vestiti e accessori, tra cui anche berretti e guanti a uncinetto.

Oltre ad una buona manualità e tanta pratica, un grande aiuto nella creazione di regali fai da te sono i prodotti utilizzati per realizzarli: proprio per questo Arexons, forte di quasi 100 anni di esperienza nel campo, mette a disposizione dei più creativi la propria intera gamma.