Nel corso degli ultimi decenni la globalizzazione ha previsto sempre di più la nascita di nuove figure nel mondo del lavoro. La necessità di nuove figure professionali è diventata proporzionale alla ricerca di lavoratori che potessero affrontare al meglio le nuove opportunità e sfide date dalla globalizzazione. Al momento, il settore tecnologico, che è uno dei più proficui al mondo, è sempre alla ricerca di figure professionali in grado di svolgere più mansioni, grazie all’applicazione delle moderne tecnologie.

Secondo il Sole 24 ore, e il sito di Careers glassdoor, tra le figure professionali più richieste risalta quella del Data Scientist. Il profilo del Data Scientist infatti ha occupato le prime posizioni nella classifica dei lavori più richiesti al mondo e soprattutto tra quelli meglio pagati. Secondo alcune ricerche, nel mondo solo il 2% dei laureati hanno tutte le competenze che dovrebbe avere un Data Scientist. Questa percentuale è molto bassa, se si considera invece l’enorme richiesta che proviene dal settore tecnologico italiano e internazionale.

Chi è il Data Scientist?

Facciamo un po’ di chiarezza sulla figura del data scientist, che per molti rimane ancora una professione sconosciuta e incompresa. Un data scientist è un consulente che lavora presso una Business Intelligence, e che ha la capacità di analizzare enormi quantità di dati, che se ben interpretate possono aiutare l’azienda a maturare un vantaggio rispetto ai concorrenti che operano nel suo stesso mercato.

Il lavoro del data scientist è molto ampio e non si limita a un solo e semplice impiego. Infatti, questo professionista è il responsabile diretto di tutto ciò che riguarda la scienza dei dati dalla progettazione sino alle procedure di data mining e ricerca. Infine, questo professionista contribuisce alla realizzazione e allo sviluppo di analisi dei dati, reporting e modelli di standardizzazione.

Le principali competenze di un Data Scientist, prevedono:

  • Competenza in materia di programmazione. Quindi uso di linguaggi specifici come: Python, QL, Spark, SAS ecc…
  • Conoscenze della modellazione statistica
  • Competenze nella gestione dei processi, estrazione e analisi dei dati, architettura di database
  • Conoscenze statistiche e matematiche
  • Capacità di analisi e ricerca

Come diventare Data Scientist

Per diventare Data Scientist non esiste un percorso formativo ben preciso, per questo motivo c’è anche una carenza di professionisti specializzati in questo settore. Per poter acquisire tutte le competenze previste per diventare un data scientist e proporsi per questa posizione lavorativa, è possibile però ottenere le competenze seguendo diversi percorsi di studio.

Innanzi tutto è necessario conseguire una laurea in materie scientifiche come ad esempio:

  • Ingegneria
  • Matematica e Fisica
  • Statistica

Dopo aver conseguito la laurea è possibile poi seguire un corso di formazione post laurea o un master che possa fornire tutte le conoscenze necessarie a diventare una Data Scientist. Tra i vari corsi proposti in Italia, segnaliamo fra i più completi da seguire telematicamente il seguente master in Data Science: information & Knowledge per Data Scientist.

Con questo master sarà possibile ottenere una specializzazione specifica, che permetterà a chiunque desideri lavorare in questo campo. Con questo master potrete proporvi alle aziende del settore che necessitano sempre più di figure specializzate in grado di progettare, sviluppare, analizzare e comprendere i dati.

A proposito dell'autore