Molti dei nostri lettori sono nuovi per il business on-line. Abbiamo così deciso di scrivere una piccola e semplice guida su come realizzare un sito web, partendo dalle fondamenta.

Come accennato questa è una guida semplificata, non scenderà quindi molto nei particolari.

Ecco step by step come realizzare un sito web:

1. Scelta dell’argomento

Prima di tutto devi scegliere l’argomento di cui tratterà il tuo sito. L’argomento potrà essere di nicchia e non. Naturalmente più sarà di nicchia più sarà semplice farlo crescere. D’altra parte più l’argomento sarà di nicchia e meno potenziale audience avrai.

Dopo esserti fatto un’idea dell’argomento che tratterai vai su google adwords, creati un account google (sempre che tu non lo abbia già), clicca su strumenti, idee per le parole chiave e vedi i volumi di ricerca che l’argomento che tratterai. Scoprirai ciò che la gente cerca di quell’argomento ed il volume massimo di utenti mensili che potrai avere.

2. Registrare un dominio

Il nome del tuo dominio svolge un ruolo molto importante. È molto utile nella SEO ovvero l’ottimizzazione sui motori di ricerca avere un dominio “giusto”.

Quando si registra un dominio, ci sono poche cose, ma molto importanti che devi considerare.
Più breve è, meglio è.
– Il tuo dominio deve contenere la parola chiave principale di riferimento o almeno ricordarla.
– Consiglio vivamente un .com o .net o se solo orientato all’Italia .it a causa della SEO .
– Rendere il dominio facile da ricordare.

Un dominio come comefaresoldionline.com è troppo lungo, anche se è giusto l’obiettivo. soldionline.com è un dominio nettamente migliore. Scegliere il .net o se il .com non è disponibile.

Ricordo che l’estensione di dominio .it sarà orientata all’Italia. Verrà quindi ottimizzato su google.it e molto meno negli altri paesi sopratutto a causa della lingua.
Se il tuo sito sarà orientato al mondo intero, allora dovrai scegliere .com o .net.

Il costo di acquisto di un dominio è generlmente di €10 + IVA ma naturalmente. Se andate a risparmio consiglio di aprire un dominio su Altervista. Che offre un dominio gratutito con estensione .altervista.org. Un altro modo utile per sono spendere nulla è registrare un dominio .tk completamente gratuito.

Altri servizi sono invece Blogger e dal momento che è di proprietà di Google,  è estremamente facile da installare, e Google stesso lo aiuterà a crescere (e non solo ovviamente).

Il migliore che io propongo è 1&1 che ha sempre delle ottime offerte di acquisto ed il pannello di gestione è molto semplice ed intuitivo.

Ricorda che i prezzi sono diversi per le diverse estensioni di dominio.

3. Ricerca di un Web Hosting

Il Web hosting è semplicemente una cartella online dove è ospitato il tuo sito web, semplicemente dove tieni i file del sito.

Gli Hosting possono essere gratuiti o a pagamento. I gratuiti dalla nostra esperienza personale hanno sempre qualche “fregatura” dietro. Consiglio uno a pagamento.

Ecco un elenco dei miglio Web Hosting a pagamento:

http://siteground.com È senza ombra di dubbio il migliore mai usato. Pero costicchia!
http://Hostgator.com
http://Fatcow.com
http://BlueHost.com
http://JustHost.com
http://HostMonster.com
http://ipage.com

Elenco dei Web Hosting gratuiti (NON CONSIGLIATI)

http://nazuka.net
http://000webhost.com
http://hosting.eu.pn
http://biz.ht
http://100webspace.com
http://hostinger.it L’unico italiano
http://biz.nf
http://freehostia.com
http://awardspace.com

4. Installazione di un CMS

Un CMS è la piattaforma con cui gestirai il sito web dal “di dietro”.

Ogni Web Hosting che si rispetti ha la funzione di autoinstallazione del vostro CMS preferito (WordPress, Joomla, Drupal, Magento, Ecc). Basta cliccarci ed il gioco è fatto.

Ti consiglio di installare WordPress. WordPress ha un’infinità di ottimi plugin, e sono molto facili da installare, e sicuramente contribuirà alla SEO ed a una miriade di altre cose (a seconda del plugin che si usa).

Un altro motivo per utilizzare WordPress è perché WordPress ha un sacco di temi (template) già fatti, molti dei quali gratuiti. Qualunque tipo di sito vuoi, è gia stato creato.

5. Gestione di WordPress

Ora si tratta di scegliere il tema più adatto a quelle che sono le finalità del tuo sito.

Ecco un elenco di siti che offrono temi a pagamento e gratuiti:

http://wordpressthemesbase.com
http://wordpress.org/extend/themes
http://freewordpressthemes.com
http://wptemplates.org
http://freewpthemes.net
http://wpskins.org
http://wpcorner.com
http://skinpress.com

Come si installa un tema? Semplice! Dal pannello wordpress vai su Aspetto temi e la potrai o scegliere quelli proposti o caricare (compresso in .zip) il tema che hai acquistato o scelto.

Ho già menzionato le basi di WordPress. Allora una volta installato ecco dei buoni plugin da utilizzare:

WordPress SEO by Yoast FONDAMENTALE IMPARARE AD USARLO
Tweet This
Top comment WIDGET
Contact Form 7
WP Super Cache
WP Auto Tagger
Errore Link Checker Pro
WP – DB Gestione
Permalink Redirect
Posts Related

6. Logo e Grafiche

Alcuni temi non consentono di aggiungere un logo, si può semplicemente inserire il titolo del sito che verrà mostrato come testo. Alcuni temi invece (i migliori) richiedono di aggiungere un logo, ma non preoccuparti, ci sono un sacco di strumenti gratuiti per creare dei loghi.

Per creare il logo o le grafiche consiglio vivamente il sito canva.com, semplicissimo da usare oltre ad essere gratuito.

7. Creazione del Contenuto

Quando si tratta di contenuti, c’è una citazione molto popolare, “il contenuto è il re del Web”.

Google e qualsiasi altro motore di ricerca AMA i contenuti unici, originali e che la gente ama leggere. Vuoi che il tuo sito cresca? Crea contenuti unici e di qualità

È estremamente facile aggiungere articoli su un sito basato su WordPress. L’articolo secondo Google deve essere compreso tra le 300 e le 500 parole.Se ti puoi permettere di assumere uno scrittore di articoli, di certo farai strada. Se invece non ti puoi permettere uno scrittore, IMPARA A SCRIVERE SEO ORIENTED!

8. Monitoraggio del traffico del tuo sito

Google Analytics è il miglior strumento ed oltretutto gratuito per monitorare il numero di visitatori che il tuo sito riceve, da dove, e da quale parola chiave dai motori di ricerca. La maggior parte dei proprietari di siti web lo usa. C’è un plugin chiamato “Google Analyticor ” per WordPress che ti permetterà di inserire molto facilmente il codice di Google Analytics.

Spero che la guida sia stata utile e sarà il trampolino di lancio per una lunga carriera online.

Se invece sei un grande amante dell’innovatore tanto da farne parte unisciti alla nostra famiglia! Clicca qui, compila il form e diventa un autore su L’Innovatore.it

 

A proposito dell'autore

L'Innovatore
Fondatore
Google+

L'Innovatore.it fornisce una raccolta di notizie assolutamente innovative. A partire dalle nuove tecnologie, per arrivare alle ultime Startup presentate dal mercato. Tutto correlato da approfondimenti sul business, marketing ed i mercati finanziari. L'Innovatore inoltre si dedica al miglioramento dello stile di vita dei suoi lettori fornendo chiavi importanti per il raggiungimento della felicita. Resta sincronizzato su l'Innovatore. Cresci e sviluppa la tua cultura 2.0. http://linnovatore.it/

  • Pingback: Tracy Smith()

    • Fabio Montobbio

      Thank you so much for your kind words!