Euroflora 2018 torna a Genova dal 21 aprile al 6 maggio e sarà come non l’avete mai vista: per la prima volta all’aperto, in uno spazio eccezionale, per offrire ai suoi visitatori un’esperienza unica.

Lo splendore che da sempre accompagna una delle più prestigiose floralies internazionali sarà esaltato dal fascino dei Parchi di Nervi: 86 mila metri quadrati di giardini, sentieri e ville storiche sospesi tra cielo e mare. L’estremo levante genovese è uno dei quartieri più belli della città e ha una naturale vocazione per i fiori dovuta al suo famoso roseto con vista sul mare.

Euroflora 2018 vi porterà in un mondo magico e sorprendente. Ci si potrà avventurare alla scoperta di scenografie straordinarie, perdendosi all’interno del grande labirinto o attraversando le “onde di fuoco” in lunghe distese di fiori rossi.

Ci si potrà riposare ammirando il tremolare lento delle ninfee sullo specchio d’acqua e lasciandosi incantare dal quadro dedicato alle germinazioni. E poi ancora a passeggio lungo i 5 chilometri di sentieri, per respirare la bellezza di un complesso unico Con le sue cento specie botaniche, alberi monumentali, palme, l’albero del pepe, ulivi e pini marittimi. Con le sue ville storiche nelle quali entrare per visitare esposizioni e mostre.

Senza dimenticare il fascino di Genova, da vivere e scoprire grazie ai tanti eventi che porteranno alla scoperta di angoli suggestivi e famosi di una città magica.

La storia di Euroflora ha avuto un inizio preciso.

Siamo alla metà degli anni Sessanta ed è così che l’allora presidente della Fiera di Genova Carlo Pastorino decide di fare una scommessa: trasformare la città in uno dei grandi palcoscenici del florovivaismo internazionale.

In una terra che ha fatto la storia della floricoltura italiana ed europea, il progetto fa presto a mettere radici e i produttori liguri ne diventano subito i principali attori protagonisti. La prima edizione va in scena nel 1966 ed è un grande successo con 250mila visitatori. Da allora è un crescendo continuo: Euroflora si afferma tra le principali floralies europee e per vederla si arriva da ogni parte d’Italia e del continente.

Come in ogni edizione della sua storia, anche quest’anno Euroflora diventerà la sede di quelle che a tutti gli effetti sono delle Olimpiadi verdi.

Floricoltori, vivaisti, orticoltori, frutticoltori, fioristi, compositori floreali, paesaggisti italiani e stranieri si sfideranno con le proprie produzioni e creazioni in 240 concorsi suddivisi in concorsi di onore, concorsi estetici e concorsi tecnici, pensati per esaltare e premiare le migliori eccellenze raggiunte nei settori del verde e del paesaggio.

Visitare Euroflora sarà un’esperienza unica e irripetibile, da vivere nel rispetto di un luogo eccezionale.

L’area dei Parchi sarà raggiungibile esclusivamente con i mezzi pubblici (bus e treni navetta, gratuiti per i possessori del biglietto). Per chi raggiungerà Genova in auto saranno attivi parcheggi di interscambio collegati all’area della manifestazione. L’accesso dei cani all’area dell’evento è consentito, purché muniti di guinzaglio e museruola.

I biglietti sono acquistabili in prevendita, tramite la piattaforma Vivaticket. Al momento dell’acquisto è necessario scegliere la data della propria visita, poichè la capienza complessiva è di 20mila persone al giorno. Il biglietto è gratuito per bambini di età compresa tra 0 ed 8 anni compiuti

Due nuove biglietterie attive a Genova:
Dal 6 al 15 aprile, alle casse di Fiera di Genova in P.le Kennedy: tutti i giorni dalle 15:30 alle 19:30. Sabato e domenica anche dalle 11 alle 13.
Nell’area del Porto Antico è aperta fino al 6 maggio, tutti i giorni dalle 9 alle 18,la biglietteria dell’Ufficio Informazioni e Accoglienza (Calata Falcone e Borsellino).

Tutte le info e prezzi su www.euroflora2018.it

Planimetria Euroflora 2018

A proposito dell'autore

Fabio Montobbio

Genovese. Studi in architettura, trasformatisi ben presto in passione per il design, la grafica e la comunicazione. Attento a tutto cio' che è lifestyle, dalla moda alla tecnologia. Scrivere è un modo per allargare i miei orizzonti, per tenermi sempre aggiornato sulle innovazioni che offre il mercato.