Noi tutti conosciamo, in linea di massima, il marketing ma qualcuno sa con precisione cosa significhi Goemarketing e a cosa serva?

 

Con questo termine ci si riferisce all’analisi di due dati: economici e demografici. Ma questi dati sono presi in considerazione solo in relazione ad una specifica area geografica e servono a creare degli strumenti di pianificazione di strategie di marketing ben precise.

 

Attraverso l’utilizzo delle mappe si possono sviluppare degli studi di geomarketing che evidenziano le informazioni sui consumi, sui competitors e sulla distribuzione. Inoltre si possono fare delle stime del fatturato e utilizzare i dati a disposizione per la progettazione di un marketing mirato.

 

Il Geomarketing si configura quindi come supporto per il settore commerciale ma anche per chi deve riorganizzare le vendite al dettaglio risparmiando denaro e tempo.

 

Perché è utile conoscere il territorio 

Un’attenta analisi del territorio in cui si intende operare serve a realizzare gli obiettivi delle aziende attraverso l’individuazione dei comportamenti e dei bisogni dei potenziali clienti.

 

Il Geomarketing segue i potenziali clienti ed i loro spostamenti con l’intento di individuare i percorsi più battuti rendendo l’analisi di mercato ancora più precisa. Se prima ci si limitava a capire chi era il target e cosa faceva, ora si aggiunge anche un “dove svolge le azioni”.

 

Analizzare le variabili nel territorio non fa altro che ridurre l’area di investimento e i margini di errore delle campagne di marketing aiutando a capire quanto si può creare attrazione in una determinata area rispetto alla potenziale domanda.

 

Perché è utile un approccio con il Geomarketing

Attraverso gli studi forniti dal Geomarketing si riesce a ricostruire tutte le informazioni di una determinata zona. Ad esempio ci si potrebbe chiedere: Quale tipo di offerta manca e quale esiste? Quanti e quali sono gli esercizi commerciali presenti nella zona? Cosa hanno in comune le attività più redditizie e di successo?

 

Attraverso queste domande si raccolgono degli indizi che non fanno altro che fornire una guida sulla direzione da seguire per un’attività di successo.

 

Attraverso il Geomarketing non si fa altro che aggiungere dei dati molto utili a quelli che già vengono forniti da statistiche ed analisi matematiche, dati che riguardano il territorio ed i suoi abitanti.

 

Ed ecco quindi che la capacità di spesa in generale comincia ad interessare molto poco, ma viene messa in relazione alla domanda che realmente esiste e si può rispondere in maniera più accurata a domande mirate come:

 

  • Un nuovo prodotto o servizio rispondono davvero ai bisogni del target in un dato territorio?

 

  • Come operano le altre aziende? Fin dove arriva la loro area di influenza in una zona specifica?

 

  • Quali sono i comportamenti dei consumatori di una zona specifica? Esiste una popolazione giovane o anziana? Vi è una maggioranza di single o di nuclei familiari? C’è chi fa spesa in orari particolari?

 

Valutare le variabili appena menzionate è utile per rispondere con una certa precisione alla domanda che interessa tutti i commercianti: il ricavato che fornisce il territorio scelto è proporzionato agli investimenti dell’azienda?

 

In sostanza, le mappe ottenute con il Geomarketing consentono di avere tra le mani dei dati precisi e millimetrici che in passato non si potevano avere.

 

A proposito dell'autore

Avatar