Non tutti noi siamo esperti di moda. Eppure alcune persone riescono ad apparire più armoniose semplicemente con i colori degli indumenti.
Specie per noi italiani, il vestire è una parte integrante ed il nostro biglietto da visita per gli approcci e le prime impressioni. Se volete essere sicuri di non apparire in maniera bizzarra, leggete quanto segue! In questo articolo vedremo proprio come abbinare i colori dei vestiti scientificamente, per migliorare il nostro aspetto.

Tranquilli, è facile!

Quella che segue è la tavolozza dei colori principali:

cerchio-itten

Ognuno di essi deriva da rosso, giallo e blu mischiati fra loro, e le diverse tonalità si ottengono aggiungendo all’occorrenza bianco e nero.

Alcuni semplici suggerimenti da prendere in considerazione su come abbinare i colori dei vestiti scientificamente

Green-Knit-TieColori simili
Colori simili o “vicini” non stancano mai: Il blu va bene col blu scuro, o col verde, etc… (Vedi immagine a sinistra)

Colori complementari
I colori complementari vanno sempre bene. Si trovano in maniera opposta nella tavolozza (es. arancione e blu, giallo e viola, verde e rosso)

 

ImmagineTriadi di colori
prendendo alcune triadi a forma di T, si può ottenere un risultato egregio (es. verde, blu e rosso. Vedi immagine a destra)

Luminosità
È bene variare la luminosità dei colori che si indossano, specie se scuri; vi basta immaginare una persona vestita interamente di blu a tinta unita.

Bianco, nero, marrone
Il bianco solitamente sta bene con tutto (nei limiti); per il marrone e il nero vale lo stesso principio, ma attenzione: mai metterli insieme al blu (specie il blu scuro).

Tenendo a mente queste 5 caratteristiche è difficile sbagliarsi. Ora non resta che dare sfogo alla vostra cratività!

A proposito dell'autore

Il Progressista
Fondatore
Google+

Studente di Ingegneria Informatica e Automatica presso l'Università di Roma "La Sapienza", sono un giovane appassionato di informatica. Sin da piccolo mi sono cimentato in tutti i settori dell'informatica, dalla programmazione, alla grafica, al Web Design; costruendo, all'età di soli 10 anni, un gioco online che raggiunse i 3000 iscritti nel giro di un mese. Co-fondatore del quotidiano online "L'Innovatore", di "SicuroWeb" e di numerosi altri servizi online, sono un amante dell'innovazione, delle StartUps e di tutte le altre "Scienze del Nuovo Secolo"